guadagnare-200€-case-study-roccogiannino.com

Guadagnare 200€ con una guida per sedurre una donna

Il nuovo anno porta sempre grandi novità, anche in questo blog.

Così ho pensato potesse esserti utile una serie di Case Study interessanti sul mio modo di lavorare e di testare comunicazioni e mercati differenti, affinché tu possa comprendere completamente l’importanza della corretta comunicazione e della scrittura efficace.

Ma scendiamo subito nel dettaglio, ok?

Iniziamo allora!

More...

Come generare 200€ in una settimana vendendo una guida di seduzione

Questo Case Study è il risultato di un test che ho eseguito all’incirca fra il mese di Giugno e Luglio del 2018. 

Avevo 10€ da spendere attraverso Ads su Facebook, così ho deciso di provare a vendere qualcosa di così strano ed apparentemente privo di senso che se ci ripenso adesso, ancora sorrido.

Il piano era semplice: trovare gli utenti giusti e proporre loro il prodotto giusto.

Lo schema è stato così semplice ed a costo zero (ovviamente, meno i 10€ di Ads).

Ho creato tutto in una settimana, cercando di automatizzare il più possibile ogni step. 

Ma procediamo con calma, ok?

case-study-guida-sedurre-roccogiannino.com

Partire dal giusto target

Volevo davvero giocare facile così ho trovato il mio pubblico: i maschi Alpha.

Per cultura, un maschio Alpha altro non è che un uomo comune che vuole sentirsi costantemente superiore ai suoi simili in ogni aspetto della sua vita.

Ci sono Alpha all’interno dell’ufficio che chiudono contratti su contratti, con un petto così pronunciato che a momenti non riescono a vedere dove mettono i piedi.

Ci sono Alpha in palestra che sollevano pesi più grossi di loro, emettendo suoni che neanche al Mister Olympia.

E poi ci sono gli Alpha da conquista, quelli che con la sola imposizione delle mani conquistano ogni donna gli capiti davanti.

Chiaro il concetto, no?

Bene.

Loro sono stati il mio bersaglio, il mio target perfetto.

Scommetto che ti starai chiedendo il perché?

È molto semplice: non esiste uomo che non brami di sentirsi un vero maschio Alpha.

Nel momento in cui inneschiamo una competizione fra simili, il resto avviene in un modo così naturale che a te resta solo goderti lo spettacolo.

Come ho agito quindi?

Semplicemente, ho utilizzato i 10€ per targhettizzare su Facebook uomini di età compresa tra i 18 e i 45 anni, ovviamente single.

Non mi andava proprio di rompere relazioni o distruggere famiglie.

Diciamo che non sarebbe stato molto etico da parte mia, in fondo era solo un test.

Cosa ho detto a questi maschi Alpha?

Le Ads che ho utilizzato su Facebook erano molto semplici.

Avevano un solo obiettivo: innescare la competizione.

In fondo, come ti ho detto prima, scegliere il giusto target ti da la possibilità di convertirlo in un modo più semplice e di spendere anche parecchi soldi in meno.

Come si presentavano le Ads a livello grafico?

Semplicemente ho utilizzato due immagini del mondo animale: un leone ed un gorilla.

Perché ho utilizzato proprio queste immagini?

Il leone è il re della savana, l’animale alpha per eccellenza.

Il gorilla invece, è noto per la sua forza e per il fatto di essere il più grosso fra i suoi simili.

Quindi da un lato troviamo l’essenza del potere, dall’altra quella della forza.

Due leve importanti per chi, come i miei utenti, mira ad essere un vero Alpha del suo territorio.

Il copy invece?

Qui ho utilizzato due leve molto utili: l’esclusione e la coerenza.

La Ads era molto chiara, diceva all’incirca così: 

Se sei un vero maschio Alpha, devi entrare a far parte del gruppo

Come puoi notare, la prima parte della frase fa riferimento alla coerenza del pensiero che questi utenti hanno di loro stessi, la seconda invece sottolinea il fatto che questo gruppo non è per tutti, ma solo per una strettissima élite.

Banalmente, nella mente dei miei utenti è scattata una semplice equazione matematica:

Sono un maschio Apha = devo entrare nel gruppo

Il resto, te lo spiego nel prossimo paragrafo.

case-study-seduzione-donna-roccogiannino.com

Utilizzare un Funnel incastonato in un Bot Facebook

Come avrai letto qualche riga fa, non avevo molti soldi da spendere ed in realtà non volevo spendere più del previsto.

Così, ho messo da parte il classico Funnel composto da mail, landing page ecc, per crearne uno all’interno di un Bot realizzato con ManyChat connesso ad una Pagina Facebook, in modo da avere non solo un flusso automatizzato ma soprattutto la possibilità di controllare ogni step degli utenti.

Non ci è voluto moltissimo per realizzarlo.

Mi sono semplicemente messo nei loro panni ed i messaggi generati erano ricchi di valore utile per i miei utenti.

Dopo averne mandato almeno uno al giorno per tre giorni dall’ingresso dell’utente all’interno del Bot, ho mandato un messaggio ben preciso che aveva un solo obiettivo: selezionare i bisogni dei miei utenti.

Così ho chiesto loro di scegliere il loro punto debole su tre: forma fisica, autostima o conquistare una donna.

Indovina cosa ha scelto la maggioranza?

Esatto, l’ultima voce.

In particolare 8 maschi Alpha su 10 hanno ammesso di non essere in grado di conquistare facilmente una donna.

Perché lo hanno fatto?

Per un motivo molto semplice: avevo creato intorno a loro un rifugio sicuro.

Dal primo momento infatti, ho dichiarato apertamente che la nostra conversazione sarebbe stata del tipo one-to-one e così è stato.

Custodire i loro segreti in modo così preciso e trasmettendo loro un senso di appartenenza ad un Gruppo ben definito è stata la chiave per conoscerli davvero.

Conosciuto il loro bisogno, ho deciso di spingermi oltre.

Dovevo trovare qualcosa che potesse porre rimedio al loro problema.

Cosa ho fatto quindi?

Te lo spiego nel prossimo paragrafo.

Utilizzare le affiliazioni per vendere qualcosa di già pronto

Non ne ho ancora parlato nello specifico, ma di tanto in tanto mi diletto a provare e testare strategie e tecniche di copywriting nel mondo delle affiliazioni.

Se non sapessi cosa siano le affiliazioni, concedimi solo 2 minuti per spiegarle a grandi linee.

Hai presente i vecchi venditori porta a porta?

Perfetto.

Il meccanismo di base che sta dietro le affiliazioni è praticamente identico.

Trovi un prodotto all’interno di un determinato network che raccoglie diverse tipologie di prodotti, utilizzi le tue competenze per venderlo e ne trattieni una percentuale.

Visto?

In due minuti ho spiegato qualcosa di parecchio complesso, ma ti prometto di scriverci un post sopra al riguardo in modo da spiegarti tutto per filo e per segno e magari per suggerirti dei network italiani in cui entrare per iniziare il tuo viaggio nel mondo delle affiliazioni.

Ma torniamo ai nostri maschi Alpha, ok?

Dunque, eravamo rimasti al momento in cui cercavo il prodotto giusto da rivendere.

Dopo un paio di giorni l’avevo trovato e come sarà facile immaginare, era una guida in PDF per sedurre una donna in soli 30 giorni.

La guida costava intorno ai 40€ ed a me rimaneva una percentuale del 50%, non male quindi, considerando che fino ad ora le mie spese ammontavano a soli 10€.

Così contattai il creatore della guida per provare ad avere dei capitoli omaggio così da poterla analizzare e soprattutto per capire se questo prodotto fosse valido o meno.

Perché se c’è una cosa che devi sempre ricordare quando effettui i tuoi test è che non puoi assolutamente vendere spazzatura a nessuno e che, in ogni caso, la soddisfazione di un tuo utente viene prima del tuo guadagno.

Il motivo è semplice: un utente felice è un utente che compra due volte da te.

La guida era praticamente perfetta!

Così ho completato il mio test nel modo più naturale possibile.

Ho avvisato i maschi Alpha presenti all’interno del mio Bot, dicendo loro che il giorno seguente sarebbe arrivato un messaggio davvero importante e che perderlo, avrebbe compromesso la loro intera esistenza.

Adesso arriva la parte che mi piace di più, quindi passiamo all’ultimo step!

Ti piace questo post? Perché non lo condivi sui tuoi social allora?!

Scrivere la Sales Letter dove creare il giusto scenario

Il giorno prima in cui avrei inviato il messaggio, ho aperto un blog su WordPress ed al suo interno ho iniziato a scrivere articoli in cui recensivo prodotti ideali per i maschi Alpha.

Parlavo di prodotti per la cura della barba, di orologi tecnici dotati di tutti gli optional possibili e di molto altro.

Volevo che questo blog risultasse vissuto e non frutto di una idea nata una settimana prima.

A questo punto, mi gettai a capofitto brandendo la mia penna virtuale da Copywriter e cominciai a scrivere la Sales Letter ideale per i miei utenti.

Utilizzai una delle formule più potenti di sempre: una storia.

C’è chi pensa che le storie ormai siano passate e che quindi l’unica cosa utile da fare sia andare sempre dritti al punto.

Io la penso diversamente.

La giusta storia, riesce a scatenare le giuste emozioni in chi la legge e soprattutto riesce a far scattare un sentimento di appartenenza.

Ma c’è una cosa che una storia fatta bene riesce sempre a fare: fare in modo che l’utente si senta come se stessimo leggendo la sua mente.

Trovare il giusto angolo di narrazione, raccontare di quanto certe situazioni siano comuni e risolvibili, mostrare una strada reale in chi legge, ti permette di fare sempre bene il tuo lavoro.

Ma cosa ho scritto di così coinvolgente?

Domanda più che lecita.

Analizziamola insieme, ok?

Per prima cosa ho ricreato un ambiente sereno, utilizzando la storia di un utente comune afflitto dallo stesso problema che affliggeva i miei utenti: non riusciva a conquistare nessuna donna.

Quindi ho utilizzato questa leva per scendere ancora di più nel dettaglio della storia, raccontando tutti gli aspetti negativi che avevano messo a repentaglio la vita amorosa e sociale del protagonista del mio racconto.

Gli amici lo deridevano, le donne non lo consideravano, lui era costantemente insicuro e certamente non vedeva di buon occhio il suo futuro.

Poi arrivò il miracolo tanto atteso, la guida aveva stravolto interamente la sua vita in meglio.

A questo punto, ho iniziato a mostrare i vantaggi che il mio protagonista aveva avuto da questa guida e soprattutto il fatto che, a soli 28 giorni dal suo acquisto, avesse realmente conquistato la donna che da sempre amava.

Di conseguenza ho anticipato il dubbio e la paura dei miei lettori, perché arrivati a quel punto della storia, chiunque avrebbe dei dubbi in merito.

Dopo aver analizzato il mio pubblico quasi al microscopio, sapevo esattamente quali fossero perplessità e paure degli utenti che avrebbero letto la mia storia.

Prima di finire la mia storia, mi sono premurato di portare i miei utenti ad una scelta, mostrando loro che il prodotto in questione, non poteva aiutare tutti, ma solo una piccola parte.

Perché l’ho fatto?

Perché devi sempre lasciare che sia l’utente a scegliere la sua strada, non importi su di lui.

Superato questo ultimo passaggio, ho inserito una CTA (Call To Action) collegata direttamente al link della guida.

Quali sono stati i risultati?

Come puoi intendere dal titolo e dalla percentuale di guadagno, 10 persone hanno acquistato la guida e fino ad oggi, ricevo messaggi in chat ricchi di ringraziamenti. 

Ma vuoi sapere qual è stato il risultato migliore?

Avere, allo stato attuale, ben 140 utenti all’interno del mio Bot Facebook che posso coccolare ogni giorno e per i quali non dovrò più spendere un solo centesimo in Ads!

Insomma, non è andata così male, non credi?

Conclusione

Spero che questo primo Case Study ti sia piaciuto e che soprattutto, ti abbia dato una idea più pratica di quello che un buon Copywriter può fare con le parole e con una analisi minuziosa del suo pubblico.

Adesso la palla passa a te, inizia a testare e poi raccontami com’è andata!

Un grande abbraccio,

Rocco.

rocco giannino

Ti piacerebbe....

Avere gli strumenti fondamentali per scrivere contenuti capaci di generare profitto?

Scarica la Guida Gratuita ed inizia subito a metterli in pratica!


>